Che cos'è il trading su indici e come funziona?

Scopri tutto ciò che c'è da sapere sul trading su indici e scopri i quali sono i principali indici globali del mercato azionario.

In primo luogo, che cosa sono gli indici?

Un indice è un modo per misurare la performance di un gruppo di asset, in questo caso un elenco di società quotate e i prezzo dei rispettivi titoli. 

Uno degli indici con la migliore performance, e tra i più conosciuti al mondo, è il Dow Jones. Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) monitora al performance complessiva delle 30 più grandi società degli Stati Uniti. Se il prezzo medio delle 30 società sale, anche il DJIA sale. Se il prezzo medio delle 30 società scende, anche il DJIA scende.

Che cos'è il trading su indici?

Il trading su indici è definito come la compravendita di uno specifico indice sul mercato azionario. Gli investitori speculano sul rialzo o sul ribasso del prezzo di un indice per determinare la scelta di acquistare o vendere. Poiché un indice rappresenta la performance di un gruppo di titoli azionari, non si acquista l'effettivo titolo sottostante, quanto piuttosto la performance media del gruppo di titoli. Quando il prezzo delle azioni per le società comprese nell'indice sale, il valore dell'indice cresce. Se il prezzo invece scende, il valore dell'indice cala. 

Esistono due tipi di trading su indici online: I CFD cash su indici e i CFD futures su indici. La differenza principale tra mercato "cash" e mercato "futures" è che il "cash" non ha una data di scadenza. Il mercato "futures", tuttavia, ha una data di scadenza, normalmente conosciuta con il nome di "rollover". Un contratto futures è a tutti gli effetti un accordo tra il compratore e il venditore sul prezzo che deve essere pagato dal compratore a una determinata data futura.

Come sono calcolati gli indici del mercato azionario?

Start Trading Indices

Nell'era digitale, calcolare i prezzi degli indici del mercato azionario è diventato più semplice, grazie a metodi come la capitalizzazione di mercato e la formula di ponderazione del prezzo, qui illustrata:

Il metodo più comunemente utilizzato è la capitalizzazione di mercato, che esprime il valore del capitale azionario di una società con il valore totale di mercato in dollari.

Per trovare questo valore, è sufficiente moltiplicare il numero di azioni in circolazione per il valore di mercato corrente di una singola azione della società. Questo metodo conferisce un maggiore peso alle società con prezzi azionari più elevati, pertanto le variazioni di valore che le riguardano avranno un effetto maggiore sul prezzo corrente dell'indice azionario di cui fanno parte.

Quali sono gli indici principali al mondo?

Questi sono alcuni tra i più diffusi indici al mondo. Molti di questi contengono titoli blue-chip. Blue-chip è la definizione di una società consolidata, con una capitalizzazione di mercato del valore di diversi miliardi e considerata un leader di mercato.

  • Dow Jones Industrial Average - DJIA
  • S&P 500
  • EURO STOXX 50
  • Nasdaq 100
  • FTSE 100
  • DAX 30
  • CAC 40
  • Nikkei 225
  • Hang Seng
  • ASX 200

Che cosa determina i movimenti dei prezzi di mercato degli indici?

I movimenti dei prezzi degli indici dipende principalmente da forze esterne. Il prezzo diminuirà generalmente in tempi di incertezza che portano debolezza all'economia del paese in questione. Tra i fattori che possono avere un impatto sul prezzo di un indice, ricordiamo i seguenti:

Commodity

Alcuni titoli all'interno di un indice potrebbero essere titoli di commodity e qualsiasi fluttuazione nel mercato potrebbe avere il potenziale di incidere sul prezzo dell'indice.

Notizie globali

Eventi come i disastri naturali o le pandemie hanno un impatto negativo sul mercato degli indici che si ripercuote sull'economia del paese colpito.

Notizie economiche

Riunioni ed eventi economici, come le decisioni in materia di tassi delle banche centrali, NFP, accordi commerciali e indicatori occupazionali.

Modifica della composizione degli indici

Quando un titolo di una società viene aggiunto o rimosso da un indice azionario, i prezzi possono registrare uno scostamento.

Notizie sulle società

Notizie importanti sulle società, come nuovi organi direttivi una fusione o la pubblicazione di risultati finanziari.

I benefici del trading su indici

Sono numerosi i motivi per cui gli indici sui titoli azionari godono da molti anni di popolarità tra i trader alle prime armi e gli investitori esperti:

Scelta di posizionamento long o short

La capacità di assumere posizioni "long" o "short" indica che è possibile trarre un vantaggio dall'aumento o dal calo dei prezzi degli indici.

Un conto di trading

Basta un solo conto di trading per accedere a molteplici indici di tutto il mondo, tra cui: ASX 200, Dow Jones, Hang Seng, Nikkei 225 e DAX 30.

Modifica della composizione degli indici

Gli indici possono variare, in seguito alla rimozione dei titoli di società che hanno registrato una performance negativa o all'aggiunta di un nuovo titolo che ha conosciuto una crescita significativa.

Minor fabbisogno di capitale

Per iniziare a fare trading su indici non occorre un grande capitale. I CFD sugli indici non hanno lo svantaggio delle commissioni di intermediazione e delle commissioni sui conti standard. Inoltre, il margine necessario per aprire una posizione è pari ad appena l'5%.

In che modo è possibile fare trading sugli indici del mercato azionario?

In Axi, gli indici sono scambiati sotto forma di CFD (Contract For Difference). Questo significa che non si assume la titolarità di un asset, ma semplicemente si fa trading sulle oscillazioni di prezzo. Per esempio, se sei un compratore, accetti di pagare al venditore la differenza tra il valore corrente dell'asset e il valore alla scadenza del contratto. Scopri di più su come fare trading su indici

Ci sono due tipi principali di indici che puoi scambiare con Axi:

CFD cash su indici

Con spread più ridotti, basati sui prezzi spot, gli indici cash sono generalmente considerati investimenti a breve termine. I trader di CFD cash tendono a evitare di mantenere posizioni da un giorno all'altro per evitare di sostenere costi di trading overnight e riaprono le transazioni il giorno successivo.

CFD futures su indici

Grazie a un contratto basato su un prezzo di consegna futuro, i CFD futures su indici sono generalmente prediletti dai trader interessati agli investimenti di medio e breve termine. Questo è dovuto al fatto che questo tipo di scambio non è soggetto a costi overnight o swap.

Scopri ulteriori settori di trading con Axi

Scegli tra una varietà di mercati globali per fare trading con Axi, beneficiando di spread ultra concorrenziali e leve finanziarie flessibili per portare il trading a un altro livello.

Domande frequenti sul indici

Gli indici possono essere scambiati non appena apre il mercato azionario. Gli orari di negoziazione sono, per il mercato azionario USA, in genere i seguenti:

  • Orario di trading pre-market: dalle 4:00 alle 21:30 ET
  • Orari di trading regolari: dalle 09:30 alle 16:00 ET
  • Trading after hour: dalle 16:00 alle 20:00 ET

Consulta la nostra scheda prodotti per vedere gli orari di apertura e chiusura di tutti gli indici.

L'elenco attuale e completo degli indici è disponibile nella scheda prodotto. A titolo di riferimento, ecco alcuni degli indici più popolari che è possibile scambiare con Axi:

  • France 40 Index
  • German 30
  • UK FTSE
  • US S&P 500
  • DOW 30
  • ASX S&P 200
  • JAPAN 225
  • Hang Seng
  • Nasdaq 100
  • China A50
  • Euro Stoxx 50

Il requisito di margine per i nostri indici azionari inizia ad appena lo 5%. Le dimensioni dei tick sono variabili, come illustrato nella scheda prodotto.

I valori tick sugli indici corrispondono alla fluttuazione di prezzo minima stabilita da una borsa valori. Le dimensioni tick sono specificate nel contratto relativo a scambi futuri e sono tarate per assicurare il funzionamento efficiente e senza problemi di liquidità dei mercati, sulla base di uno spread del tick denaro-lettera.

Numerosi fattori stabiliscono se il trading su indici possa essere o meno redditizio. Gli utili derivanti dal trading possono inoltre variare, sulla base delle condizioni di mercato. Nelle fasi di volatilità dei mercati, le oscillazioni di prezzo sono maggiori, pertanto, il potenziale di utile o perdita può essere più elevato.

Sebbene gli investitori a lungo termine, come i fondi pensione, li monitorino da vicino, i trader dei CFD a breve termine tendono semplicemente a speculare sugli indici. Se desideri iniziare un'avventura nel trading su indici, questi sono alcuni degli indici più diffusi da prendere in considerazione:

  • Dow Jones Industrials Average (US 30)
  • Standard & Poor’s 500 (S&P 500)
  • Nasdaq (Composite and Nasdaq 100)
  • Dow Jones Industrials (DJIA)
  • UK FTSE 100 (FTSE 100)
  • DAX (Germany 30)
  • Euro Stoxx 50 (Euro 50)

Apri un conto. Fai trading in pochi minuti.

Inizia il tuo viaggio di trading con un broker affidabile, regolamentato e pluripremiato.

Apri un Conto Prova la demo gratuita