• /int
  • /eu
  • /uk
  • /au
  • http://www.axi.group/ar-ae
  • http://www.axi.group/en-ae
  • http://www.global-edge.info/cn
  • /es-mx
  • /fr-ma
  • http://www.edge-cn.co/id
  • /it-ch
  • /kr
  • /pt
  • /th
  • /tw
  • http://www.global-edge.info/vn
  • /zh-au
  • /jp
  • /za
  • http://www.solarisih.com/vu
  • http://www.axi-global.com/chn

Cosa si intende per trading sulle azioni e come investire in questo mercato?

Shares /
Milan Cutkovic

Cosa sono le azioni?

Le azioni sono una tipologia di titoli azionari rappresentativi della quota di proprietà o partecipazione in una società. Nel mondo della finanza le azioni sono conosciute anche con il termine quote o titoli azionari. Il possesso di un’azione conferisce al titolare una serie di diritti economici e amministrativi, come percepire dei profitti (noti come dividendi) o esprimere il proprio voto in materia di politiche aziendali.

Il possesso delle azioni è stabilito su base azionaria. Per questo motivo i titolari di una o più azioni sono spesso definiti come azionisti.

 

Qual è la differenza tra azioni e quote?

Le azioni e le quote sono la stessa cosa? Si tratta di una domanda pertinente perché molti tendono a confondere il significato di azioni e quote. Nonostante i due termini vengano usati come sinonimi, vi sono alcune differenze.

Acquistare delle quote significa sostanzialmente possedere una parte di una società. La parola “azione” invece è più generica ed è solitamente usata per riferirsi alla società che ha emesso i titoli azionari. Qui trovate un esempio di come potrebbe essere utilizzata la frase seguente:

 

Che cos’è il mercato azionario?

In parole semplici il mercato azionario è dove le azioni di società quotate in borsa vengono vendute e/o acquistate. È il luogo dove avvengono le contrattazioni per le quote delle società più grosse, come: Meta, Amazon, Apple, Netflix, e Alphabet.

Ogni Paese ha il suo mercato azionario, vi è quello degli Stati Uniti, del Regno Unito, dell’Australia ecc.

Le borse leader in termini di ricavi a livello mondiale sono*:

  • Il Nasdaq
  • La borsa di New York
  • La borsa di Shangai
  • La borsa di Hong Kong
  • La borsa di Londra

*Fonte: Statista.com

Il principio di funzionamento del mercato azionario è molto semplice: esso permette ai compratori e ai venditori di negoziare i prezzi e concludere delle contrattazioni.

Innanzitutto le società inseriranno le loro quote azionarie sul mercato, permettendo in questo modo agli investitori di acquistarle. Questo consente alle aziende di raccogliere fondi per espandere le loro operazioni e di migliorare inoltre la loro immagine pubblica. Dopo che i primi investitori avranno acquistato le loro quote, quest’ultimi i potranno negoziarli tra loro o con altri investitori.

I mercati azionari, come il Nasdaq o la borsa di New York, tengono traccia dell’offerta e della domanda di ogni azione quotata in borsa.

È possibile negoziare solo durante l'orario di apertura del mercato azionario. L’orario varia a seconda del Paese ma solitamente coincide con gli orari di una normale giornata lavorativa.

Ad esempio, se vuoi investire sul mercato statunitense, le borse di riferimento, ossia il NASDAQ e la borsa di New York, sono aperte dalle ore 09:30 alle 16:00 (Eastern Standard Time), fascia oraria che coincide l'orario di lavoro vigente negli Stati Uniti.

 

Cos’è il trading sulle azioni?

Il trading sulle azioni è un’attività di investimento in cui le persone o le istituzioni acquistano o vendono le azioni su vari mercati finanziari. Al fine di assumere decisioni in modo consapevole nel momento in cui si deve vendere o acquistare delle azioni, è necessario svolgere un’attività di analisi dei trend di mercato e dei fattori economici.

Possedere delle azioni può comportare molteplici benefici, come il diritto agli utili, la possibilità di partecipare alle assemblee di una società esercitando il proprio voto e ricevere dei dividendi.

 

Quali sono le differenze tra il tradizionale trading sulle azioni e i CFD azionari?

Sia il trading sulle azioni che i CFD azionari rappresentano delle modalità di trading che permettono di sfruttare i movimenti di prezzo delle azioni. Tuttavia vi sono delle differenze sostanziali.

Quando si fa trading sulle azioni si diviene titolari diretti degli asset, dai quali si possono ottenere dei profitti solo se, dopo aver comprato le azioni, il loro valore aumenta.

Con i CFD azionari invece è possibile andare long (comprare) o andare short (vendere), e potenzialmente trarre profitto da entrambe le direzioni di mercato.

Poiché i CFD azionari si basano sui movimenti di prezzo, e non sul possesso reale delle azioni, hai la possibilità di speculare sia in caso di aumento che diminuzione del prezzo.

Applicare la leva finanziaria ai CFD permette di aprire una posizione investendo solo una piccola percentuale del valore del trade. Al contrario, per investire direttamente in azioni potrebbe richiedere molto più capitale. Tuttavia, è importante ricordare che quando si utilizza la leva per aprire una posizione di trading, il mercato richiede un margine iniziale. Nel caso in cui il tuo saldo totale scenda al di sotto del margine richiesto, la posizione si chiuderà automaticamente con una perdita.

 

Come funziona il trading sulle azioni?

Quando fai trading di CFD su azioni dovresti tenere in considerazione diversi aspetti: le norme vigenti (verificare se il broker è una figura regolamentata nel Paese in cui risiedi), la gestione del rischio e i costi.

Come prima cosa dovrai trovare un broker che offra CFD azionari. Cerca un servizio di broker che offra un’ampia gamma di titoli su vari mercati e possa garantire costi competitivi e trasparenti.

Dopodiché dovrai creare un account su MetaTrader 4 (MT4), in modo da usare la piattaforma di trading per vedere tutte le azioni su cui puoi fare trading.

Una volta completato questo passaggio, puoi accedere al mondo dei CFD azionari. A questo punto devi decidere quale azione vuoi aggiungere al tuo portafoglio, sia aprendo una posizione di acquisto che di vendita.

Prima però dovrai individuare le migliori opportunità di trading, svolgendo un analisi dei movimenti di prezzo delle azioni. Esistono due metodi di analisi molto conosciuti che puoi utilizzare:

  • L’analisi fondamentale
  • L’analisi tecnica

Combinare questi due metodi può aiutarti a individuare più facilmente opportunità di trading a breve e lungo termine. Con i CFD azionari puoi fare trading in entrambe le direzioni: andare long se ritieni che il prezzo delle azioni stia aumentando e andare short se invece prevedi una diminuzione dei prezzi. Se avessi acquistato questo asset sottostante, non avresti questa flessibilità.

Dopo aver individuato le tipologie di azioni su cui vuoi fare trading è il momento di impostare degli strumenti adeguati per la gestione del rischio. Anche se non vedi l’ora di avventurarti nel mondo del trading, prima è importante rendersi conto che fare trading di CFD su azioni è rischioso, e in assenza degli strumenti adeguati di gestione del rischio, potresti perdere tutti i tuoi soldi.

La gestione del rischio consiste nel valutare la probabilità di successo o insuccesso dei tuoi trade e valutarne correttamente il livello di rischio. Stabilisci la dimensione del lotto in base alla differenza tra il livello di stop loss da te impostato e l’ammontare del capitale che sei disposto a rischiare.

A questo punto avrai effettuato perfettamente la tua prima negoziazione nel mercato azionario. La maggior parte delle persone tende a operare sul mercato statunitense, ma puoi fare trading anche su importanti titoli azionari sul mercato del Regno Unito o altri mercati europei. Anche se spesso i trader sottovalutano questo aspetto, è importante diversificare il tuo portafoglio quando intendi iniziare a fare trading sul mercato azionario.

 

Perché fare trading di CFD su azioni?

Utilizzare i CFD per fare trading sul mercato azionario ti consente di partecipare alle tue società internazionali preferite speculando sui movimenti di prezzo.

1. Flessibilità di andare long e short

Fare trading sulle azioni con CFD offre la possibilità di operare in modo flessibile e potenzialmente di trarre profitto da entrambe le direzioni di mercato. Puoi andare long (acquistare) quando prevedi un rialzo dei prezzi o andare short (vendere) quando invece prevedi un ribasso dei prezzi.

Il trading tradizionale si differenzia dal trading con CFD in quanto si basa sull’acquisto online di azioni, e quindi sul possesso di queste ultime. Nel momento in cui sei titolare di un asset sottostante, per ottenere dei profitti è necessario che il prezzo delle azioni aumenti. Sei quindi costretto a fare trading solo in questa direzione di mercato.

2. La leva finanziaria

I CFD su azioni ti danno la possibilità di fare trading a margine. Ciò significa che per aprire una posizione ti basta versare una percentuale dell’intero valore dell’operazione. Fare trading sulle azioni in modo tradizionale potrebbe spesso richiedere un ingente capitale di partenza, essendo che ti è richiesto di pagare il prezzo intero di ogni singola azione che acquisti.

La maggior parte dei broker di CFD richiede a un trader una commissione pari al il 5% dell’intero prezzo dell’azione. Questo significa che, utilizzando la stessa somma di capitale, puoi entrare in una posizione che è 20 volte più grande, a differenza di quanto avviene nel trading tradizionale.

I CFD su azioni sono prodotti a leva; ciò significa che hai la possibilità di ottenere guadagni maggiori investendo una somma più bassa di capitale. In questo modo aumentano le opportunità di profitti ma anche il rischio di perdite.

3. FAANG: Le migliori società in ambito tecnologico

FAANG è l’acronimo usato per riferisci alle cinque più grandi aziende statunitensi del settore tecnologico, quotate in borsa. Ossia:

F - Facebook (FB)

A - Apple (AAPL)

A - Amazon (AMZN)

N - Netflix (NFLX)

G - Google (GOOG or GOOGL)

Oltre a essere nomi di aziende note per i servizi che forniscono, i titoli FAANG sono conosciuti da molti semplicemente per la loro dimensione e il loro livello di profitto. Ma probabilmente l’aspetto più interessante per trader e investitori è che questi titoli continuano ad avere un forte potenziale di crescita.

Azioni USA

Azioni UK

Azioni EU

Alibaba Aviva Adidas
Alphabet BP Airbus
Amazon easyJet BASF
Apple HSBC BNP Paribas
Facebook GSK Daimler
Microsoft Lloyds Deutsche Bank
Netflix Rio Tinto Kering
Pfizer Rolls-Royce Holdings LVMH
Tesla Tesco Sanofi
Walt Disney Co. Vodafone Siemens

 

Vantaggi del trading di CFD azionari

I CFD offrono maggior flessibilità, consentendoti di aprire posizioni di “acquisto” o “vendita” su un’ampia gamma di mercati e trarre profitto sia da un aumento che un ribasso dei prezzi. Oltre ciò l’uso della leva potrebbe ampliare la tua esposizione ai mercati.

Ma qual è il metodo di trading più adatto a te? Di seguito puoi osservare il confronto tra il trading di CFD su azioni e il trading tradizionale di azioni (investimento).

 

Svantaggi del trading di CFD azionari

I CFD su azioni con leva offrono una più ampia esposizione ai mercati, aumentando potenzialmente i profitti. Tuttavia l’utilizzo della leva potrebbe anche incrementare le perdite. È fondamentale ricordarsi che, a differenza del trading tradizionale, i CFD su azioni non prevedono la possibilità di acquistare direttamente l’azione.

Quando fai trading con leva, a seconda della tua area di provenienza, potrebbe esserti richiesto un margine iniziale. Nel caso in cui il tuo saldo totale scenda al di sotto del margine richiesto, la posizione si chiuderà automaticamente con una perdita.

CFD su azioni

Trading tradizionale su azioni

Utilizzo della leva Versamento dell’intero valore dell'operazione
Ampio numero di mercati Titoli azionari ed ETF
Mancato possesso dell’asset sottostante Possesso effettivo dell’asset sottostante
Vai short e trai vantaggio da mercati al ribasso Impossibilità di trarre profitto da mercati al ribasso
Non vi sono privilegi da azionista Privilegi da azionista e possibile diritto di voto
Possibilità di copertura dei rischi Copertura dei rischi mediante l’uso di strumenti derivati (opzioni, futures ed ETF inversi)

Piattaforme e strumenti per fare trading sul mercato azionario

Avvalendosi degli strumenti, delle piattaforme e dei plugin adeguati, un trader può fare trading online in modo più intuitivo, veloce e direttamente da un dispositivo mobile. Quando si è alla ricerca della migliore piattaforma per fare trading di CFD azionari, questi sono gli strumenti fondamentali da prendere in considerazione.

 

MetaTrader 4

MetaTrader 4 è la soluzione ideale per tutti i trader che cercano un vantaggio di negoziazione. È facile da utilizzare ed è ricca di funzionalità avanzate, che ti permettono di accedere a un numero illimitato di opportunità di trading.

 

AutoChartist

AutoChartist svolge un’analisi costante del mercato, basandosi sull’osservazione dei prezzi in tempo reale e su delle impostazioni di ricerca personalizzate, al fine di individuare e segnalarti delle opportunità di trading su misura.

 

Copy trading

Il copy trading è una forma di trading basata sui social media, che rappresenta un’ottima alternativa al trading tradizionale. Il copy trading può esserti molto utile quando senti la necessità di prenderti una pausa dall’analisi di mercato, quando hai poco tempo da dedicare al trading o quando non riesci a decidere su quali mercati investire.

 

5 strumenti e consigli per la gestione del rischio

1. Imposta un ordine stop-loss

Uno stop-loss è un livello di prezzo prestabilito, raggiunto il quale (sia che si tratti di un ribasso che di un rialzo) un’operazione di trading si chiude automaticamente. Questo strumento funge da rete di sicurezza, limitando le perdite e assicurando che queste non superino il livello impostato.

Ricorda che gli ordini stop-loss sono soggetti a slippage, ossia il divario tra il prezzo atteso e quello attuale. Questo fenomeno si verifica quando i prezzi di mercato variano troppo velocemente. Per proteggere le tue posizioni da un eventuale slippage puoi usare un ordine a limite invece che un ordine a mercato.

 

2. Imposta un ordine take-profit

Vuoi mettere al sicuro i tuoi profitti prima che si verifichi un’inversione di trend sfavorevole? Imposta un ordine take-profit e massimizza i tuoi profitti. Quando il mercato raggiunge il livello da te prestabilito la posizione verrà chiusa automaticamente, garantendoti un guadagno.

 

3. Imposta un ordine trailing stop

Un ordine trailing stop è uno strumento pensato per limitare le perdite E garantire i guadagni; il suo funzionamento è paragonabile a un ordine stop-loss, rispetto al quale però offre maggior flessibilità. Viene impostato a una distanza prestabilita dal prezzo di mercato attuale e segue i movimenti del mercato.

 

4. Modifica la dimensione del lotto

Nel trading la dimensione delle posizioni sono importanti. Più grande è una posizione, maggiore sarà il potenziale guadagno, MA maggiori saranno anche i rischi. Per capire qual è la giusta dimensione per il tuo lotto, valuta quanto capitale sei disposto a perdere nel caso in cui il mercato si muova in direzione sfavorevole.

 

5. Utilizza i calcolatori

Sfrutta i calcolatori di trading per aiutarti a impostare i tuoi trade.

Calcolatore di margine: Verifica qual è il margine necessario per aprire una posizione.

Calcolatore profitti/perdite: Questo strumento è utile per calcolare i profitti e le perdite e impostare livelli stop-loss e take-profit.

Calcolatore pip: Fai una stima dei potenziali profitti o perdite basandoti sui Pip.

 

Pronto a scambiare con il tuo vantaggio?

Unisciti a migliaia di trader e fai trading di CFD su forex, azioni, indici, materie prime e criptovalute!

 

 

Le informazioni non devono essere interpretate come raccomandazioni o offerte di acquisto o vendita di qualsiasi titolo, prodotto finanziario o strumento, né come invito a partecipare a qualsiasi strategia di trading. Il presente sito non tiene conto delle vostre risorse, della vostra situazione finanziaria nonché dei vostri obiettivi di investimento. Qualsiasi riferimento alle performance di operazioni di trading e previsioni passate non costituiscono in alcun modo garanzia di rendimenti futuri. Axi non si assume alcuna responsabilità in merito all’accuratezza e completezza dei contenuti presenti in questo sito. I lettori sono pregati di rivolgersi ai propri consulenti di fiducia.

FAQ


È sicuro fare trading di CFD su azioni?

Qualsiasi prodotto finanziario con leva, inclusi i CFD, comportano un certo grado di rischio. Ti suggeriamo quindi di ricorrere a degli strumenti per la gestione del rischio che siano compatibili con il vostro stile e strategia di trading. Axi propone un’ampia raccolta di risorse educative, pensata per aiutarti a comprendere maggiormente i rischi legati all’attività di trading e come gestirli.


Quando acquisti azioni con CFD, possiedi effettivamente l’asset sottostante?

No, non possiedi l’asset sottostante. Quando fai trading di CFD azionari speculi unicamente sui movimenti di prezzo di un’attività finanziaria sottostante.


Fare trading di CFD azionari è meno costoso rispetto al trading tradizionale?

I CFD consentono di utilizzare la leva finanziaria, con la quale puoi speculare sui movimenti di prezzo delle azioni investendo una somma di capitale più bassa rispetto a quanto richiesto solitamente per acquistare realmente un’azione.

Tuttavia, è importante ricordare che quando si utilizza la leva per aprire una posizione di trading, il mercato richiede un margine iniziale. Nel caso in cui il tuo saldo totale scenda al di sotto del margine richiesto, la posizione si chiuderà automaticamente con una perdita.


Qual è la differenza tra fare trading sul mercato azionario e fare trading sul forex?

Il mercato azionario è influenzato da molteplici fattori rispetto al forex. Le notizie sull’andamento finanziario della società che ha emesso i titoli azionari hanno un forte impatto sul valore delle azioni stesse, così come le tendenze dei mercati a livello mondiale. Ad esempio, il prezzo dei titoli azionari della società NVIDIA è aumentato notevolmente in seguito alla crescente popolarità dei Bitcoin, che necessitano delle schede video NVIDIA per il processo di mining.


Quanto capitale ti serve per fare trading su azioni con CFD?

In molti ritengono erroneamente che per fare trading sul mercato azionario con i CFD ci vogliano molti soldi. Mentre questo per il trading tradizionale (ad esempio, con un capitale di 1.000 USD, puoi acquistare solo 2 quote di Netflix del valore di 500 USD) non è così nel caso dei CFD. Con i CFD a leva, con la stessa quantità di capitale, puoi infatti acquistare fino a 40 quote di Netflix. 

Tuttavia quando utilizzi i CFD potrebbero applicarti delle commissioni overnight o swap. Ciò significa che dovrai pagare delle commissioni a seconda di quanto tempo manterrai aperte le tue posizioni. Per ottenere maggiori informazioni in merito alle commissioni applicate, consulta la Scheda di prodotto.   


Quali sono le azioni statunitensi più adatte per trader principianti?

Generalmente i trader vogliono sapere quale sono i migliori CFD azionari. Nella maggior parte dei casi si fa trading sui mercati più conosciuti, perché hanno un importante copertura mediatica ed esistono molti forum di discussione ai quali un trader inesperto può attingere per documentarsi. Si tratta di una sorta di autoregolamentazione che impedisce alle notizie false e inaccurate di circolare, creando disinformazione tra gli investitori.


Su quali azioni posso fare trading?

Noi di Axi offriamo un'ampia gamma di titoli che rappresentano numerose opportunità di trading per i nostri clienti. Attualmente Axi offre più di 100 CFD su azioni sui mercati europei, del Regno Unito e degli Stati Uniti. Per una panoramica completa di tutti i CFD azionari e dei fusi orari attivi, consultare la nostra Scheda di prodotto


Quali sono i costi da sostenere per fare trading di CFD azionari con Axi?

Axi non addebita nessuna spesa di commissione sui CFD azionari.

È prevista l’applicazione di uno spread. Il costo totale di uno spread viene calcolato moltiplicando il valore monetario della posizione per i punti spread. È importante ricordare che la dimensione delle posizioni CFD si basano su contratti o lotti e questo comporta un passaggio in più nel calcolo.

È bene ricordare che potrebbero esserti addebitate delle spese aggiuntive (tasso overnight) nel caso in cui le posizioni rimangano aperte a fine giornata. I tassi di mantenimento overnight per i CFD azionari si basano sul tasso interbancario sottostante della valuta dell'azione in questione, più il 2,5% per le posizioni di acquisto e meno il 2,5% per le posizioni di vendita (possono essere previste eccezioni). Per maggiori dettagli sulle commissioni, compresi gli orari di negoziazione, consultare la nostra Scheda di prodotto.



Milan Cutkovic

Milan Cutkovic

Milan Cutkovic ha oltre otto anni di esperienza nel trading e nell'analisi di mercato su forex, indici, materie prime e azioni. È stato uno dei primi trader accettati nel programma Axi Select, che identifica profili di grande talento e li assiste nello sviluppo professionale.

Oltre a essere un trader, Milan scrive analisi giornaliere per la comunità di Axi, utilizzando la sua vasta conoscenza dei mercati finanziari per fornire spunti e commenti unici. Aiuta gli altri ad avere più successo nel trading per passione e condivide le sue competenze contribuendo a realizzare eBook di trading completi e pubblicando regolarmente articoli educativi sul blog di Axi.

Il suo lavoro viene spesso citato e menzionato in numerose pubblicazioni finanziarie di rilievo, tra cui Yahoo Finance, Business Insider, Barrons, CNN, Reuters, New York Post e MarketWatch.

Puoi trovarlo su:  LinkedIn


Pronto a scambiare con il tuo vantaggio?

Inizia a fare trading con un broker globale premiato.

Demo Apri un conto live